Comune di Frascarolo

Comune di Frascarolo - Piazza Grande, 1 - 27030 Frascarolo (PV) - Tel. 0384 849053 - Fax 0384 84482
HomeRagioneria e Tributi › TARSU TARES

TARSU TARES

Delibera di Consiglio Comunale n.10 del 04.05.2013
 
 
Oggetto: determinazione acconti Tares 2013
 
 
PREMESSO CHE ad opera del decreto “Salva Debiti” del 6 aprile 2013, al fine di consentire ai comuni il corretto contemperamento delle esigenze di cassa nella gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti nel rapporto con le aziende di igiene urbana, dÓ la facoltÓ, per l’anno 2013, di intervenire sul numero delle rate e sulla scadenza delle stesse.
A tutela del contribuente Ŕ previsto che la deliberazione di definizione delle rate e delle scadenze sia adottata e pubblicata dal Comune, anche sul sito web istituzionale, almeno trenta giorni prima della data di versamento.
 
CHE in conformitÓ alle previsioni normative, il tributo pu˛ essere versato in rate, a titolo di acconto, commisurate alle tariffe del previdente regime di prelievo, rinviando all’ultima rata, relativa al 2013, il conguaglio tariffario a seguito dell’approvazione delle tariffe stabilite secondo il metodo normalizzato di cui al D.P.R. N 158/1999, nonchÚ il pagamento della maggiorazione sui servizi indivisibili.
 
CHE si rende necessario definire per l’anno 2013 specifiche scadenze e modalitÓ di versamento del tributo.
 
CHE in particolare, si prevede di fissare il pagamento a titolo di acconto, commisurato alle tariffe Ta.R.S.U. 2012 in DUE rate scadenti:
 
il 30/6/2013
il 30/9/2013
 
e sarÓ richiesto per ciascuna delle due rate di acconto nella misura del 40 per cento del carico del contribuente ai fini Tarsu 2012.
 
CHE il pagamento in acconto sarÓ richiesto mediante le ordinarie forme di riscossione diretta giÓ utilizzate nel 2012 o mediante l’emissione di avvisi bonari.
 
DATO ATTO CHE la quarta rata di versamento, avente scadenza il 15 dicembre 2013, sarÓ effettuata a titolo di conguaglio a seguito dell’approvazione delle tariffe stabilite per l’anno 2013 ai sensi del decreto “Salva Italia” e comprenderÓ la maggiorazione sui servizi indivisibili di cui al comma 13 del decreto. Il versamento sarÓ effettuato con le modalitÓ stabilite dalla legge.
 
Tutto ci˛ premesso,
 
Visto il Testo unico delle Leggi sull’Ordinamento degli Enti Locali, approvato con D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267, nel quale, fra l’altro, all’art. 42 sono indicati gli atti rientranti nella competenza dei Consigli Comunali;
 
Dato atto che i pareri di cui all’art. 49 del suddetto Testo Unico sono:
favorevole sulla regolaritÓ tecnica;
favorevole sulla regolaritÓ contabile;
con voti unanimi, espressi in forma palese;
 
DELIBERA
 
1)      Di definire per l’anno 2013 il versamento del tributo a titolo di acconto, commisurato alle tariffe Ta.R.S.U. 2012 in due rate scadenti:
 
il 30/6/2013
il 30/9/2013
 
Di dare atto che il pagamento in acconto sarÓ richiesto mediante le procedure di riscossione diretta attuate nel 2012 o mediante l’emissione di avvisi bonari o altra modalitÓ consentita dalla legge;
 
Di dare atto che la terza rata di versamento, avente scadenza il 15 dicembre 2013, sarÓ effettuata a titolo di conguaglio a seguito dell’approvazione delle tariffe stabilite per l’anno 2013 ai sensi del decreto “Salva Italia” e comprenderÓ la maggiorazione sui servizi indivisibili di cui al comma 13 del decreto. Il versamento della rata di conguaglio sarÓ effettuato con le modalitÓ stabilite dalla legge;
 
2)      Di dichiarare, attesa l’urgenza, in conformitÓ del distinto voto palese e unanime, il presente provvedimento immediatamente eseguibile ai sensi dell’articolo 134, comma 4, del Testo Unico approvato con D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267.

Credits: AIT